pannelli divisori

Pannelli divisori: le tipologie in commercio e quale scegliere

I pannelli divisori si adattano a una funzione decorativa, informativa e funzionale: sono un passepartout utile a ottimizzare gli spazi. La loro derivazione è domestica, in quanto vengono progettati per ridurre gli spazi o segmentare gli ambienti casalinghi. Una parete divisoria interna è una parete indipendente, all’interno di un edificio che non è portante. Di solito viene costruita con materiali come il policarbonato, metallo, foresx, acciaio, alluminio, plastica, plexiglas, eccetera.

Questi particolari complementi d’arredo li trovi in vendita su TopEventi: i pannelli divisori per interni in assortimento sono suddivisi per categorie specifiche. Essendo realizzati in diversi materiali e fattezze identificano diversi usi. La loro progettazione su ruote, con pannelli componibili o magnetici, non solo favorisce la suddivisione degli uffici e degli spazi lavorativi o ricreativi ma permette anche di sfruttare l’elemento per inserire locandine, avvisi e comunicazioni aziendali.

In questo modo, l’azienda può vantare un supporto integrato a veicolare i messaggi nonché a garantire la privacy ai dipendenti. I pannelli divisori sono un supplemento interessante anche in occasione di fiere, convegni e congressi poiché possono essere trasportati e diventare un elemento decorativo e funzionale all’interno dell’evento in questione.

La funzione intrinseca dei pannelli divisori

Un pannello divisorio è una struttura mobile utilizzata per separare un’area da un’altra, all’interno di un edificio o di un ufficio. Il termine “pannello divisorio” è spesso usato in modo intercambiabile con i termini “muro” e “facciata continua” o “parete divisoria”. Le pareti divisorie sono classificate essenzialmente in base alla funzione che devono svolgere.

Per esempio, si possono trovare termini come pareti divisorie per la privacy, con funzione illustrativa e fonoassorbente. Per quanto riguarda l’ambito aziendale e lavorativo i modelli di pannelli si dividono in:

  • divisorio doppio o singolo;
  • espositivo con griglia metallica;
  • con ripiano componibile;
  • fonoassorbente;
  • da tavolo;
  • di sicurezza;
  • magnetico.

Nell’ambito casalingo più che parlare di pannelli si usa il termine pareti. Le pareti più usate sono quelle chiodate (pareti a telaio) o in cartongesso. Le pareti chiodate sono normalmente in legno ma possono essere realizzate anche in cemento o in altri materiali. Sono in misura verticale e vanno a formare la struttura di un edificio collegandole a travetti attaccati alla parte superiore e inferiore da travi (dette “borchie”) e pannelli per pareti o altri materiali.

Le pareti divisorie in cartongesso sono costituite da cartongesso inserito tra due fogli di carta. Sono disponibili in vari spessori e in un’ampia gamma di misure standard. Possono essere tagliate a misura utilizzando un taglierino (o una sega a mano) e un tagliente. Con le pareti divisorie di dimensioni standard, non è necessario prendere le misure una volta scelte l’altezza e la larghezza corrette.

Infine, esiste la variante dei pannelli divisori RMA noti anche come pareti divisorie resilienti, costituiti da una lega metallica in grado di riprendere la forma originale dopo essere stata piegata. Queste pareti divisorie sono adatte ad aree ad alto traffico, come centri commerciali, ospedali e supermercati ma soprattutto nelle aree ad alto rischio di incendio perché sono ignifughe, cioè si auto-estinguono.

L’utilizzo in azienda

I diversi modelli di pannelli suggeriscono molteplici funzioni. La versione mobile è la più versatile perché si può utilizzare anche in occasione di eventi, congressi, fiere e riunioni. Si trovano spesso negli uffici ma possono essere utilizzati anche in negozi, studi, atelier, ristoranti e altri spazi commerciali.

Uno dei principali vantaggi dell’uso dei pannelli divisori è che creano privacy. Le persone si sentiranno più a loro agio quando sapranno di non essere disturbate mentre lavorano. Inoltre, possono contribuire a creare l’impressione di maggiore spazio in un’area così da creare una prospettiva ad ampio spettro.

I pannelli divisori possono anche avere una funzione pratica, fornendo spazio per riporre oggetti, depliant, comunicazioni aziendali. Molte aziende usano i pannelli componibili per separare le aree ricreative da quelle lavorative e utilizzare gli stessi come forieri di comunicazioni e avvisi importanti o urgenti. Inoltre, poiché di solito si trovano in fondo alla stanza, nascondono alla vista oggetti antiestetici come cavi e prese d’aria.

Un altro vantaggio da considerare, soprattutto in fase di avviamento dell’attività o di start up, è che i pannelli divisori sono relativamente economici da installare e mantenere. Inoltre, non è necessario apportare modifiche permanenti una volta che i pannelli sono stati installati, risparmiando così tempo e denaro sui costi di manodopera.