Joyce-Elaine-Yuille

joyce yuille rmcscali

La veglia di Luciano Scali, 87 anni, senese trapiantato a Murlo e “memoria storica” vivente, apre (ore 21,30) l’ultima settimana del festival Bluetrusco, giovedì 27 luglio. Venerdì 28, invece, si comincia nel pomeriggio (ore 19) con una conferenza dedicata a Perugia a cura di Luana Cenciaioli (direttrice del Museo archeologico nazionale dell’Umbria). A seguire, raffinate degustazioni in piazza. Quindi (ore 21,45), la lettura dal racconto di Elie Wiesel “L’eternità etrusca” da parte di Pino Strabioli, tratto da “Paroles d’Entranger”. Il libro è una sorta di giornale di viaggio dello scrittore premiato con il Nobel per la Pace. Ci si trovano cronache, dialoghi, incontri inframmezzati dalle splendide pagine teoriche e liriche sullo straniero, la guerra, la preghiera, l’amicizia, le relazioni ebraico-cristiane.

strabioli

La mattina di sabato 29 luglio (ore 9) è l’occasione per scoprire Poggio Civitate, con una visita guidata agli scavi e ricca colazione al ritorno. Il viaggio in Etruria, narrato da grandi archeologici, continua (ore 19) con Populonia. Ne parla Silvia Guideri (direttrice dei Parchi Val di Cornia). Dopo le consuete degustazioni in piazza, si continua con un’altra immersione nella letteratura (ore 21,45) grazie ad Orsetta De Rossi, che legge brani tratti da “Tour alle necropoli dell’Etruria nel 1839”, il libro di Elisabeth Caroline Hamilton Gray. “Tour to the Sepulchres of Etruria in 1839” (questo il titolo orignale) è una sorta di guida turistica scritta da una romantica donna inglese.

20130828-ferite-a-morte-verona-orsetta-de-rossiderossi2

 

Domenica mattina si rinnova un appuntamento straordinario, con le “classiche colazioni” (ore 9). Ai piedi del “palazzone” si ascolterà un concerto di musica da camera dal vivo e si potranno assaggiare prodotti del territorio. A seguire (ore 10), un corso sul telaio etrusco a cura di Giulia Ciuoli (durate 3 ore). Nel pomeriggio (ore 19) Vulci è protagonista dell’incontro con Carlo Casi (direttore scientifico della Fondazione Vulci). Quindi, il gran finale: concerto con Joyce Elaine Yuille & Jazz Inc. Protagonisti, oltre alla celebre cantante di colore (voce), Alessandro Fariselli (sax tenore), Giacomo Uncini (tromba), Beppe Di Benedetto (trombone), Massimiliano Rocchetta (pianoforte), Mauro Mussoni (contrabbasso), Luca Mattioni (percussioni), Fabio Nobile (batteria)

L’ultimo spettacolo musicale è di un’artista abituata a calcare palcoscenici importanti. Gospel, soul, blues e jazz è il background di Joyce Elaine Yuille, cantante di New York diplomata nella famosa “La Guardia High School Of The Music and the Performing Arts” (quella della serie tv “Saranno Famosi”). Per l’occasione si esibisce con un eclettico ensemble che ha accompagnato artisti come Mario Biondi, Gegè Telesforo, Rosalia De Sousa, Tanya Michelle, Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Flavio Boltro, Marco Tamburini, Tullio De Piscopo. Verranno presentati pezzi originali del gruppo, alternati ai più celebri brani jazz. Per informazioni: t. 348 900 20 57, www.bluetrusco.land.

Joyce-Elaine-YuilleJoyce

DSC_5804

DSC_5949DSC_5954DSC_5960DSC_6027DSC_5798DSC_6290DSC_5693DSC_6532DSC_5703

Bluetrusco unisce aspetti scientifici sull’archeologia, con la possibilità di confrontarsi in maniera diretta con la cultura etrusca (un museo, dei laboratori, visite agli scavi), fino alla produzione di spettacoli originali. Tutto ciò seguendo il filo conduttore degli Etruschi, declinato in varie forme, sempre accattivanti. Bluetrusco è il  primo e unico festival dedicato alla cultura etrusca, ed è aperto a tutti: unisce archeologia, enogastronomia, musica, teatro, arte, artigianato.

DSC_573220024013_1590709284334020_7053326250839564366_o20139916_1590709514333997_3265759697235031739_nDSC_5830DSC_5817DSC_5863DSC_6002DSC_6034DSC_6040DSC_6129DSC_6117DSC_6076DSC_6335DSC_6303DSC_6327DSC_6336DSC_6453DSC_6477DSC_6446DSC_6528DSC_6538DSC_6547DSC_6622DSC_6659DSC_6729DSC_6682

copertina sogno

DSC_6477DSC_6529DSC_6566DSC_6446DSC_6520DSC_6613DSC_6462DSC_6599DSC_6464DSC_6538DSC_6532DSC_6612

Un altro grande successo, nella piazza delle carceri del castello di Murlo: il “Sogno di una notte di mezza estate”, liberamente ispirato a Shakespeare “secondo le intenzioni di Boccaccio”. Lo spettacolo è stato rivelatore: cambiano i generi  degli eventi, ma un filo conduttore li lega saladamente. E così momenti di riflessione, musica, teatro e varie esperienze (laboratori, degustazioni, escursioni) compongono un festival di successo, che sta richiamando visitatori attenti, curiosi, culturalmente evoluti. Un obiettivo raggiunto da parte del Comune di Murlo e del sindaco Fabiola Parenti.

DSC_6613DSC_6453DSC_6629

DSC_6342

DSC_6268DSC_6335DSC_6303DSC_6290DSC_6321DSC_6368DSC_6269DSC_6286DSC_6338

Grandi emozioni a Murlo, complici le piazze del castello, l’atmosfera, le luci blu e le proposte del festival Bluetrusco.  Per adesso, trra i momenti pià “alti”, il concerto di  Deniss Pashkevich Italian Quintet. Insienme al grande musiciscta lettone (sax)  si sono esibiti Beppe Di Benedetto (trombone), Leonardo Caligiuri (pianoforte), Stefano Carrara (contrabbasso) e Michele Morari (batteria).E gli appuntamenti continuano, fino al 30 luglio.

DSC_6287DSC_6348DSC_6282DSC_6357DSC_6403