R

Bluetrusco conclude il primo fine settimana in un crescendo di emozioni ed esperienze al castello. Si comincia presto (ore 9.30) con le “Classiche colazioni”. Ovvero un concerto di musica da camera seguito da un ricco buffet di dolci, succhi, caffè e prodotti del territorio. Quindi (intorno alle 11), il primo laboratorio di telaio etrusco (tre ore circa) a cura di Giulia Ciuoli (durata circa tre ore). Nel pomeriggio è previsto un interessante incontro dedicato a Cortona (ore 19), la città dell’Accademia Etrusca, con Paolo Bruschetti che, di questa storica istituzione è il vice-lucumone.

In serata (ore 20,45) “Il blu e la luna nelle canzoni celebri” con Giulio Stracciati (chitarra), Klaus Lessmann (sax), Giacomo Rossi (contrabbasso) e Romina Capitani (voce). Il concerto spazia dalla tradizione jazzistica alla musica del Sud America, fino alla canzone d’autore italiana. I brani hanno la luna e le atmosfere “blue” della notte come filo conduttore, con riletture di classici come “Blue Moon”, “Moon River”, “Guarda che luna”. I protagonisti sono Giulio Stracciati, docente di Siena Jazz, partner di musicisti importanti e autore di vari dischi; Romina Capitani, premiata per la sua voce in ambito italiano ed internazionale; Klaus Lessmann, insegnante, musicista e direttore d’orchestra; Giacomo Rossi, contrabbassista di talento. Si tratta di un’altra esclusiva di Bluetrusco, il festival che attualizza alcuni temi legati all’antico popolo, traducendoli in attività, concerti, varie espressioni musicali e artistiche. Tornando alla “Classica colazione”, i musicisti di “A Strange Consort” proporranno questo programma: Vincenzo Galilei (1520-1591), “Salterello”; John Dowland (1563-1626), “Now, o now I needs must part”, “Come heavy sleep”, “Come again”; Gregorio Lambranzi (XVII-XVIII sec.), suite di danze “Ruberto”, suite di danze “Logi”; John Dowland (1563-1626), “Fortune my foe” (trad.); King Henry VIII (1491-1547) “Pastime”, “Greensleeves”; John Dowland (1563-1626), “Fine knacks for ladies”, “Can she escluse my wrongs?”, “If my complaints”; Michael Praetorius (1571-1621), “Reprinse”;Henry Purcell (1659-1695), “If music be the food of love”; William Byrd (1539-1623), “The Earle of Salisbury” (Pavin and Galiardo); Andrea Falconieri (1586-1656), “Sinfonia per strumenti vari”, Claudio Monteverdi (1567-1643), “Sì dolce è ’l tormento”; John Playford, The English Dancing Master (1651) “Nobody’s Jig suite”; Giorgio Mainerio (1535-1582) , “Schiarazula Marazula”. Al museo continuano le visite guidate, ed è possibile raggiungere gli scavi di Poggio Civitate con un percorso arricchito da cartelli ricchi di testi bilingue e immagini, ma anche un QR code. Per informazioni: www.bluetrusco.land, tel. 3489002057.
Romina-Capitani-Trio-6Romina-Capitani-Trio-10GiacomoRossi-RominaCapitani650vSTRACCIATI