SPETTACOLI

copertina murlo

DSC_6072DSC_6075DSC_6079DSC_6076DSC_6090DSC_6105DSC_6112DSC_6091DSC_6117DSC_6129DSC_6075DSC_6090DSC_6129DSC_6091DSC_6004DSC_6012DSC_6035DSC_6040DSC_6034DSC_5804DSC_5833DSC_5825 DSC_5798          DSC_6027DSC_5784DSC_5910murlo 2

DSC_5954DSC_5960DSC_5790

DSC_5936Prime immagini di un festival emozionante

Bluetrusco, prime immagini di un festival (per ora) di successo. Lezioni su un telaio antico (ricostruito), escursioni, degustazioni, colazioni musicali (“classiche colazioni” con musica da camera), conferenze, visite guidte e, sopratutto, spettacoli straordinari, esclusivi: realizzati appositamente per il festival. Con tanti spettatori, nel corso di notti magiche al castello di Murlo.

DSC_5880DSC_6127

murlo 2

DSC_6239DSC_6236

Bluetrusco propone, tra un incontro e uno spettacolo, il venerdì e il sabato sera, un raffinato menù a buffet, e una ricca varietà di vini e oli, proposti dai produttori locali e dalle associazioni nazionali delle Città del Vino e dell’olio. Tutto a 15 euro (5 euro per le degustazioni al bicchiere). E ogni domenica mmattina, ecco le “classiche colazioni”, con musica da camera dal vivo. E il sabato, escursione guidata a Poggio Civitate seguta, anch’essa da una colazione (per queste due ultime proposte, il prezzo è di 10 euro).

Menù Colazioni (fisso)
Dolce; crostata, torta di mele, macedonia, brioches, succo di mela, bevanda allo zenzero, caffè
Salato: panzanella, salumi, formaggi, olive, focaccia
Le colazioni saranno integrate con formaggi, salumi, oli e marmellate delle Aziende Locali, alternando i prodotti.

 

DSC_5995

Menù delle degustazioni

Primo weekend
Panzanella
Crostini neri, mortadella e ricotta, funghi
Frittata zucchine e frittata cipolla a quadretti
Sformato di zucchine monoporzione
Crostata alle fragole a quadretti
Panna cotta in monoporzione

Secondo weekend
Pasta al pesto e pomodorini
Crostini neri, mortadella e ricotta, funghi
Frittata zucchine e frittata cipolla a quadretti
Sformato di broccoli monoporzione
Crostata all’albicocca a quadretti
Mousse alla cioccolata

Terzo weekend

Pappa al pomodoro
Crostini neri, mortadella e ricotta, funghi
Frittata zucchine e frittata cipolla a quadretti
Sformato di verdure monoporzione
Crostata ai frutti di bosco a quadretti
Mousse alla cioccolata

Le degustazioni saranno integrate con formaggi, salumi, vini e oli delle Aziende Locali, alternando i prodotti.

Programma dei concerti di Domenica 16 e di Domenica 23

Domenica 16

Musicisti: A Strange Consort

– Vincenzo Galilei (1520-1591) Salterello
– John Dowland (1563-1626) Now, o now I needs must part – Come heavy sleep Come again
– Gregorio Lambranzi (XVII-XVIII sec.) Suite di danze “Ruberto” – Suite di danze “Logi”
– John Dowland (1563-1626) Fortune my foe (trad.)
– King Henry VIII (1491-1547) Pastime Greensleeves
– John Dowland (1563-1626) Fine knacks for ladies Can she escluse my wrongs? If my complaints
– Michael Praetorius (1571-1621) Reprinse
– Henry Purcell (1659-1695) If music be the food of love
– William Byrd (1539-1623) The Earle of Salisbury (Pavin and Galiardo)
– Andrea Falconieri (1586-1656) Sinfonia per strumenti vari
– Claudio Monteverdi (1567-1643) Sì dolce è ’l tormento
– John Playford – The English Dancing Master (1651) Nobody’s Jig suite
– Giorgio Mainerio (1535-1582)
Schiarazula Marazula

Programma Domenica 23 Luglio

Duo “Voce viola”
“Deh vieni non tardar”- “Le nozze di Figaro”, W. A. Mozart
“Sì mi chiamano Mimì”- “Bohème”, G. Puccini
“Donde lieta”- “Bohème”, G. Puccini
“Non so più cosa son cosa faccio”- “Le nozze di Figaro”, W. A. Mozart
“La vie en rose” – Edith Piaf
“Venite inginocchiatevi”- “Le nozze di Figaro”, W. A. Mozart
“C’era una volta il West” – E. Morricone
“Dove sono i bei momenti”- “Le nozze di Figaro”, W. A. Mozart
“O mio babbino caro”- “Gianni Schicchi”, G. Puccini
“Porgi Amor”- “Le nozze di Figaro”, W. A. Mozart
“Nuovo cinema paradiso” – E. Morricone
Soprano: Serena Saccardi Viola: Giulia GuerriniDSC_5790

R

Bluetrusco conclude il primo fine settimana in un crescendo di emozioni ed esperienze al castello. Si comincia presto (ore 9.30) con le “Classiche colazioni”. Ovvero un concerto di musica da camera seguito da un ricco buffet di dolci, succhi, caffè e prodotti del territorio. Quindi (intorno alle 11), il primo laboratorio di telaio etrusco (tre ore circa) a cura di Giulia Ciuoli (durata circa tre ore). Nel pomeriggio è previsto un interessante incontro dedicato a Cortona (ore 19), la città dell’Accademia Etrusca, con Paolo Bruschetti che, di questa storica istituzione è il vice-lucumone.

In serata (ore 20,45) “Il blu e la luna nelle canzoni celebri” con Giulio Stracciati (chitarra), Klaus Lessmann (sax), Giacomo Rossi (contrabbasso) e Romina Capitani (voce). Il concerto spazia dalla tradizione jazzistica alla musica del Sud America, fino alla canzone d’autore italiana. I brani hanno la luna e le atmosfere “blue” della notte come filo conduttore, con riletture di classici come “Blue Moon”, “Moon River”, “Guarda che luna”. I protagonisti sono Giulio Stracciati, docente di Siena Jazz, partner di musicisti importanti e autore di vari dischi; Romina Capitani, premiata per la sua voce in ambito italiano ed internazionale; Klaus Lessmann, insegnante, musicista e direttore d’orchestra; Giacomo Rossi, contrabbassista di talento. Si tratta di un’altra esclusiva di Bluetrusco, il festival che attualizza alcuni temi legati all’antico popolo, traducendoli in attività, concerti, varie espressioni musicali e artistiche. Tornando alla “Classica colazione”, i musicisti di “A Strange Consort” proporranno questo programma: Vincenzo Galilei (1520-1591), “Salterello”; John Dowland (1563-1626), “Now, o now I needs must part”, “Come heavy sleep”, “Come again”; Gregorio Lambranzi (XVII-XVIII sec.), suite di danze “Ruberto”, suite di danze “Logi”; John Dowland (1563-1626), “Fortune my foe” (trad.); King Henry VIII (1491-1547) “Pastime”, “Greensleeves”; John Dowland (1563-1626), “Fine knacks for ladies”, “Can she escluse my wrongs?”, “If my complaints”; Michael Praetorius (1571-1621), “Reprinse”;Henry Purcell (1659-1695), “If music be the food of love”; William Byrd (1539-1623), “The Earle of Salisbury” (Pavin and Galiardo); Andrea Falconieri (1586-1656), “Sinfonia per strumenti vari”, Claudio Monteverdi (1567-1643), “Sì dolce è ’l tormento”; John Playford, The English Dancing Master (1651) “Nobody’s Jig suite”; Giorgio Mainerio (1535-1582) , “Schiarazula Marazula”. Al museo continuano le visite guidate, ed è possibile raggiungere gli scavi di Poggio Civitate con un percorso arricchito da cartelli ricchi di testi bilingue e immagini, ma anche un QR code. Per informazioni: www.bluetrusco.land, tel. 3489002057.
Romina-Capitani-Trio-6Romina-Capitani-Trio-10GiacomoRossi-RominaCapitani650vSTRACCIATI

Marco_Falagiani_pianoforte_2015

Questa sera (venerdì 14 luglio) ascolterete la prima esecuzione assoluta di un’inedita collaborazione tra un compositore pop e un poeta classico: Marco Falagiani e Pier Luigi Berdondini. La formula del concerto è un intreccio di musica e parole ispirate a valori, bellezza e temperamento di Velia, donna etrusca, bella, colta, attiva, libera di amare, libera di emancipare. Amare Velia è anche storia dei nostri giorni, del fascino delle donne toscane che di Velia indossano audacia e acutezza, bellezza tirrenica, carattere armonico e sobrio. Sono donne narrate dalle canzoni di Giancarlo Bigazzi e Marco Falagiani e dai testi di Pier Luigi Berdondini.

Canzoni e poesia, nella forma di un concerto. Falagiani porta sul palcoscenico i brani della propria produzione dalla colonna sonora di Mediterraneo a Gli uomini non cambiano, Ci vuole un attimo, Non amarmi, Passerà, fino a Gira gira l’affascinante canzone che tocca il pensiero e la ricerca di Galileo Galilei. Dimostrando la cifra distintiva della produzione di Falagiani, finalizzata alla profondità dei temi musicali e delle parole. Canzoni in gran parte scritte insieme a Giancarlo Bigazzi e stasera interpretate dallo stesso Falagiani e dalla voce duttile, suadente e al tempo stesso vibrante, di Valentina Galasso.

Berdondini ha ideato il titolo ed elaborato i testi poetici che si alternano alle canzoni fino a sembrare che ne facciano parte. «L’idea di lavorare insieme a Marco è nata per andare oltre un concerto che unisca musica pop e poesia. Vogliamo sperimentare settanta minuti di ininterrotto crescendo». Sottolinea Berdondini. «Le sue canzoni, che hanno fatto il successo di Mia Martini, Anna Oxa, Aleandro Baldi, Marco Masini e le mie poesie si fondono in una nuova trama sonora. La sua voce, il suo pianoforte, la mia voce, i miei versi. La parola suona, la musica fa poesia. Cercando di innovare stupore».

Frutto della nuova collaborazione tra poeta e compositore sono anche due nuove canzoni Kamir e Dimmi labbra. Per la prima volta Falagiani accompagna al pianoforte Berdondini nell’interpretazione di Babelé una poesia d’amore scritta ed eseguita per voce e orchestra e che stasera ascolterete in un inedito abbinamento con le note del pianoforte, perfettamente inserite nella dinamica di Amare Velia. Come ogni concerto la prima parte inizia in sottovoce per poi esplodere in un accentuato crescendo con Kamir, Babelé, Dimmi labbra fino al finale che invita il pubblico a una vera e propria danza di suoni e di ritmi. “Era un bacio, amare Velia, il tempo fiore, brividi”.
Falagiani-02maxresdefault

      PROGRAMMA DELLA SERATA

Concerto per voci pianoforte e poesia in dieci quadri

Nel blu senza età – Tema di Vassilissa (dal film Mediterraneo premio Oscar) – Crete di terra a fiorire – Mediterraneo (dal film Mediterraneo premio Oscar) – Le foglie degli eucalipti – Kamir – Passerà – Babelé – Non è notte non è giorno – Dimmi labbra

Testi di Berdondini Falagiani Bigazzi

Marco Falagiani voce e pianoforte
Pier Luigi Berdondini voce recitante
Valentina Galasso voce e tastiere
BERDONDINI

venerdì 21 luglio – ESCLUSIVA BLUETRUSCO

Ore 21.45 Blue night. Deniss Pashkevich Italian Quintet in concerto. Deniss Pashkevich (sax), Beppe Di Benedetto (trombone), Carlo Morena (pianoforte), Stefano Carrara (contrabbasso) e Michele Morari (batteria)

Deniss Pashkevich, lettone, è uno dei più noti musicisti jazz dei paesi Baltici. Ha suonato, tra gli altri, con Gene Perla, Christian Howes, Brian Melvin, Paul Bollenback, Ryo Kawasaki, Peter Eldridge, Janet Lawson, Bill Harper, Ted Curson, Stenley Jordan, Ben Dowling, Victor Fonarev, Brian Linch, Tim Miller, James Tomas Werts, Jill Scot Heron, Ray Blue, Bob Ferrel, Vincent Coutro, David Kikoski, Aaron Parks, Randy Brecker, Seamus Blake. Insieme a quattro eccellenti musicisti italiani propone, a Murlo, il suono nordico delle sue composizioni tratte anche dall’ultimo disco, Yours Faithfully

Deniss